The Ronnie Wood Band: “Mr. Luck – A Tribute to Jimmy Reed” (2021) – di Lino Gregari

Jimmy Reed è stato una delle maggiori fonti di ispirazione per i Rolling Stones e per tutte le band che amano il Blues americano da quell’epoca fino ai giorni nostri, e Ronnie Wood è a dir poco una leggenda del Rock N’ Roll, due volte membro della Rock N’ Roll Hall of Fame con i Faces e i Rolling Stones. Wood si è ritagliato un posto nella storia della musica come uno dei più grandi sideman di tutti i tempi: possiede un impressionante catalogo di materiale solista che risale agli anni 70 e, questo “Mr. LuckA Tribute to Jimmy Reed: Live at the Royal Albert Hall”  (2021) è il secondo di una serie di registrazioni dal vivo di Wood che rendono omaggio alle sue influenze (Il primo è “Mad Lad: A Live Tribute to Chuck Berry). Registrato nel 2013, “Mr. Luck” presenta un’impressionante scaletta di ospiti speciali tra cui Mick Taylor, Bobby Womack, Mick Hucknall, Paul Weller ed è dedicato a una delle più grandi influenze di Ronnie. Jimmy Reed è stato un pioniere del Blues elettrico che ha avuto una carriera impressionante, sia come membro della band di Muddy Waters, sia come artista solista. Come molti musicisti dell’era di Wood, il Blues ha avuto una grande influenza sugli artisti coinvolti nell’invasione britannica degli anni 60 e la passione per la “musica del diavolo” della maggior parte di questi artisti ha contribuito a innescare un revival della musica Blues in America che continua ancora oggi: “È un onore per me avere l’opportunità di celebrare la sua vita e la sua eredità con questo tributo” dichiara Wood orgoglioso.
Il Blues è un genere musicale che nasce dalla pura emozione. Tradizionalmente uno degli obiettivi del Blues è sempre stato quello di sollevare il morale o trasmettere pathos all’ascoltatore e “Mr. Luck” assolve pienamente questo compito:  cattura lo spirito dei primi dischi Blues e ricorda all’ascoltatore con ogni singola traccia, i grandi maestri del genere. Il disco inizia con Good Lover, un shuffle Blues che è la migliore introduzione possibile alla registrazione dal vivo. La grinta della voce di Wood è perfetta per la musicalità stagionata della registrazione e la seguente Mr. Luck riceve un caloroso applauso da parte del pubblico ed è uno dei brani migliori dell’album. Da qui in poi assistiamo a una performance di grandissimo livello, la band sembra essersi ambientata perfettamente e si sta divertendo un mondo a rendere omaggio a Jimmy. Shame Shame Shame, una delle canzoni più riconoscibili di Reed è stata spesso suonata dal vivo dai Rolling Stones nelle loro prime apparizioni, e questa versione presenta Paul Weller e “Big Boss Man” con un risultato a dir poco travolgente, mentre un altro Jimmy Reed Classic, It’s All Over Now, presenta Bobby Womack in forma smagliante. Roll and Rumba è una traccia strumentale che consente ai musicisti di rilassarsi un po’ e offrirci una splendida Got No Where to Go, un brano Blues tradizionale più lento che presenta assoli di chitarra e armonica di una bellezza disarmante.
I Ain’t Got You contiene un grande assolo di pianoforte ed è un altro momento che evidenzia il divertimento provato dai musicisti durante tutto il concerto. “Mr. Luck” è un’istantanea fissata nel tempo e cattura una leggenda del Rock-N-Roll che rende omaggio a un Blues Master. Wood ha un approccio spavaldo in ogni momento, ogni canzone è un classico Blues riconoscibile e cattura l’essenza di ciò che secondo me Wood stava cercando di realizzare con questa pubblicazione, rendendo omaggio alle sue radici e a tutto ciò che ha influenzato il suo essere musicista tipicamente Blues. Se state cercando un disco Blues tagliente e sudato, questo non è il disco che fa al caso vostro, ma se invece cercate un album che catturi l’incarnazione delle grandi canzoni Blues suonate da grandi musicisti, allora questo è proprio quello che state cercando: una finestra aperta sull’era d’oro del Blues, con un suono perfettamente definito e una qualità elegante e raffinata. Da ascoltare e riascoltare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: