Pg Petricca: “Bad Days” (2021) – di Gabriele Peritore

Pg Petricca suona blues. Il suono della sua musica è tanto impregnato di blues che anche il suo stesso pensiero si è ammantato di questa tonalità. Si è abituato a vedere la vita seguendo le rotte di questa sonorità che ormai lo accompagna da sempre. O forse è il contrario, quando si nasce e si pensa blues, poi a un certo punto della vita anche tutte le partiture che escono fuori dalla propria creatività tenderanno a questa sonorità. È difficile dirlo quando il bluesman in questione non è un afroamericano della Louisiana ma un italiano, abruzzese. Un fatto è sicuro, Pg Petricca suona e pensa blues, e questo ritmo è radicato nelle profondità della sua anima come se avesse vissuto tutta la sua esistenza a risalire il Mississippi. Lo si può facilmente apprezzare anche nel suo più recente progetto discografico, “Bad Days” (2021), in cui fa tutto da solo o quasi.
Canta, suona e registra tutti gli strumenti, tranne che in alcuni brani in cui si può riconoscere la magistrale linea di basso elettrico del sempre ispirato e ispirante RoughMax Pieri. In tutte le tracce si può respirare questa atmosfera malinconica, in cui la voce roca, dai toni caldi e intimi, e i giri di accordi alla chitarra sembrano raccontare una storia di oggi con lo stesso linguaggio dei padri del genere musicale che raccoglieva il sudore versato nei campi di cotone per esorcizzare il dolore della schiavitù, della fatica, dello sradicamento. Pg Petricca canta le problematiche, della sua esistenza attuale, fatta di scelte radicali, di una politica che rende ancora più complicata la quotidianità e le varie forme di resistenza. Esprime il suo dissenso su come vanno certe cose e di come vorrebbe che andassero. Ci narra tutto l’attaccamento alla vita dando voce al percorso accidentato della sua anima piena di lividi; e di che colore sono i lividi sull’anima se non blu? blues, appunto. Non c’è nessun altro genere che possa essere più adatto a rendere in musica e raccontare tutto questo.

Tracklist: 1. Where are they. 2. Mr. George Goodbye. 3. Life is the same.
4. Let me out. 5. I don’t wanna change. 6. Bad day. 7. Snowy night.
8. There’s no good or bad away. 9. I’ll be back.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

http://www.pgpetricca.eu/

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: