Paola Tagliaferro ft. La Compagnia dell’Es: “Paola Tagliaferro Sings Greg Lake” (2021) – di Gabriele Peritore

Quando si parla di Greg Lake torna immediatamente alla mente il periodo magico del progressive rock, sul finire degli anni sessanta e tutti gli anni settanta, quando il musicista inglese ha militato in band tra le più rappresentative di questo genere musicale come i King Crimson e gli Emerson, Lake & Palmer, componendo brani rimasti nella storia della musica. La magia era nel fatto che a livello musicale finalmente saltavano tutte le barriere di genere, la psichedelia si fondeva alla composizione classica e il rock faceva un passaggio di livello universale verso la bellezza. Lo studio degli arrangiamenti, lo studio dei testi (nello specifico spesso avveniva insieme al poeta Peter Sinfield), come delle vere e proprie poesie, tutto era curato per creare meraviglia. La stessa meraviglia, la stessa delicatezza, in una maniera molto intima e accorata, la si ritrova nei dieci brani proposti da Paola Tagliaferro in questo progetto discografico che intende omaggiare Greg Lake sin dal titolo: “Paola Tagliaferro Sings Greg Lake” (Owl Records 2021).
Come presa per mano dallo stesso Greg, parte dall’inizio (From The Beginning) e, attraverso la sua sensibilità di musicista attenta e consapevole, ci restituisce quell’atmosfera magica. Tutto il rispetto che si deve a un amico. Perché Greg e Paola sono stati uniti da un grande legame di amicizia, finché il musicista inglese è stato in vita. Lo stesso legame che adesso Paola stringe con Regina, la moglie di Greg. Proprio Regina ha proposto a Paola di cantare le canzoni del marito e ha anche suggerito il percorso da fare. Dieci delle canzoni più belle in assoluto firmate da Lake. Non un’impresa facile, ma Paola ha saputo circondarsi dei musicisti giusti, per creare arrangiamenti che rispettassero quelli originali e nello stesso tempo creassero un’atmosfera più mistica e intima, come quando ci si confida a un amico. Il resto è giocato sulla sua interpretazione, in cui si sente la grande intensità, la grande sensibilità, e incredibile capacità di immedesimarsi, perché Paola Tagliaferro sa essere la cantante e sa essere la canzone e, soprattutto, sa accendere, sa accendere le emozioni.

Paola Tagliaferro, voce. Pier Gonella, chitarra. Giulia Ermirio, viola.
Andrea Zanzottera, piano.
Enten Hitti (Pierangelo Pandiscia e Gino Ape), liuto, strumenti antichi, oboe, xilophono.
U.T.Gandhi, percussioni.
Vincenzo Zitello, Arpa.
Illustrazioni di copertina, Regina Lake e Ricky Modena.

Tracklist: 1. From the Beginning. 2. Still You Turn Me On. 3. Lucky Man. 4. C’est la vie.
5. Promenade 2. 6. The Sage. 7. Take a Pebble. 8. I Believe in Father Christmas.
9. Moonchild. 10. Epitaph-Battlefield.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: