Chiara Raggi: “La Natura e La Pazienza” (2020) – di Capitan Delirio

Non è facile spogliarsi, da tutte le stratificazioni accumulate nel corso della vita, nel corso di un’unica esistenza. Non è facile togliersi le armature, abbandonare ogni trucco, che sia inganno da prestigiatore o cura estetica, e mostrarsi così come si è, uscire al naturale. Ci prova, Chiara Raggi, in questo progetto discografico, “La Natura e La Pazienza”, uscito nel dicembre del 2020, per l’etichetta Musica Di Seta, ci prova a mettersi a nudo, con tutto quello che ne comporta. Come se fosse un nuovo battesimo, si offre alla natura, la natura come elemento vitale, e la natura umana, e si arma esclusivamente di pazienza, perché quando si rinasce è fondamentale saper aspettare, disperare e trovare rigoglio nell’attesa, affinché si realizzi il desiderio di purezza. Anche a costo di dover fare i conti con la mediocrità.
Chiara Raggi, però, ha le carte in regola per affrontare questo viaggio con talento e coraggio. Trova la forma più congeniale, più naturale appunto, per lei, di comunicare le sensazioni più intime. Attraverso testi significativi che la rappresentano pienamente, cura arrangiamenti e musiche, che spaziano tra jazz e classica, per esaltarli ed esaltare la sua voce elegante, raffinata, consapevole. Una rinascita, sì, che esprime, però, la sua piena maturità artistica. Sa parlare di sé, per cogliere ogni aspetto universale, ogni elemento contrastante, ogni parte coincidente, ogni esempio di contraddizione, per metterlo, rimetterlo insieme, in un grande abbraccio, un mosaico cosmico.
Ogni brano fila alla perfezione guidando l’ascoltatore sul sentiero delle emozioni che, volendo, come suggerisce l’autrice stessa, si possono misurare con le lacrime. Perché ogni lacrima ha una sua musica che sa riflettere i ritmi del cuore.

Testi e muscia: Chiara Raggi (eccetto Eterico Libero di Piero Simoncini);
arrangiamenti: Chiara Raggi, Massimiliano Rocchetta, Piero Simoncini e Michele Iaia.
Chiara Raggi: voce, chitarra acustica e chitarra elettrica.
Massimiliano Rocchetta: pianoforte, tastiere, Fender Rhodes, Wurlitzer e Glockenspiel.
Dario Chiazzolino: chitarra elettrica.
Piero Simoncini: basso elettrico e contrabbasso.
Michele Iaia: batteria.
Orchestra da Camera di Rimini diretta dal Maestro Stefano Pecci.

Tracklist: 1. Mosaico. 2. Horizon. 3. Naturale. 4. Ripensamenti coscienti.
5. Lacrimometro. 6. Mi ritroverai. 7. Navigo a vista. 8. Vedrai. 9. Eterico Libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: