Trump intercettato da Obama – di elcordobés

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiesto al Congresso di indagare su eventuali abusi di potere compiuti da Barack Obama durante la sua presidenza, in relazione alle accuse di aver ordinato l’intercettazione delle telefonate di Trump prima delle elezioni. Sean Spicer, portavoce della Casa Bianca, ha detto: “Le notizie riguardo indagini con potenziali motivazioni politiche subito prima delle elezioni del 2016 sono molto preoccupanti. Il presidente Donald J. Trump chiederà che, come parte dell’indagine sulle attività russe, i comitati di intelligence del Congresso esercitino la loro attività di controllo per determinare se i poteri di indagine dell’esecutivo siano stati oggetto di abusi nel 2016. Né la Casa Bianca né il presidente faranno ulteriori commenti finché l’indagine non sarà conclusa.”
Donald Trump
ha anche accusato su Twitter l’ex presidente Barack Obama di aver intercettato le sue telefonate dalla Trump Tower prima delle elezioni dello scorso 8 novembre. Trump non ha portato prove a sostegno delle sue accuse, ma ha suggerito che le intercettazioni fossero illegali, e ha definito Obama un «tipo cattivo (o disgustoso)». Ha anche sostenuto che un tribunale avrebbe respinto una richiesta di intercettare il telefono di Trump, ma che poi l’intercettazione sarebbe avvenuta lo stesso. Trump ha anche paragonato queste supposte intercettazioni al maccartismo (cioè a quel periodo negli anni Cinquanta in cui moltissime persone sospettate di avere idee vicine al comunismo vennero indagate e in molti casi rimosse dal proprio posto di lavoro) e allo scandalo Watergate che coinvolse il presidente Richard Nixon. – dalla stampa del 4 marzo 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *