The Drugstore Gypsies: Breakin’ The Law – di Claudio Trezzani

Il Texas ormai è diventata una fucina di talenti che spaziano dal country d’autore al country rock al southern rock più sanguigno, ormai i nomi da tenere d’occhio cominciano a essere davvero tantissimi. Ecco aggiungeteci di diritto il nome di questa Band. Suonano un talentuoso miscuglio di influenze, una sorta di via di mezzo fra gli Stones di “Exile on Main St.” e i Blackberry Smoke. Questi ragazzi hanno però una particolarità che li distingue da tutti gli altri. Il loro disco d’esordio (omonimo) è stato prodotto finanziandolo con il crowfunding, cioè mettendo su di un sito specializzato l’invito agli utenti a mandare soldi in cambio della spedizione del cd, una volta raggiunta la cifra sufficiente al processo di produzione. Originali non c’è dubbio, anche se ormai è utilizzato da parecchie band emergenti. Non posso che dire grazie a chi ha finanziato questa band, che ha senz’altro (per ora) meritato quei soldi, producendo un disco godibile, ben suonato e divertente. Ascoltatevi questa splendida canzone intrisa del sound dei Lynyrd Skynyrd, con l’aggiunta persino di fiati, per dare carattere al tutto. Dicevano che in Texas tutto è più grande…di certo lo è il serbatoio di talenti musicali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *