The Doors: “The End” (1967) – di Cinzia Pagliara

“This is the end… beautiful friend… ecco, è la mia fermata, finalmente”. la ragazza era un po’ stanca anche se in effetti non aveva fatto poi molto, in quel lungo pomeriggio di primavera, aveva camminato, soprattutto, vagato tra le vie del centro. Lo faceva, di tanto in tanto, per riprendere contatto con la gente, che da tempo evitava accuratamente, sopraffatta dalla sua insicurezza. Lo faceva per riprendere consapevolezza del proprio corpo, che aveva ormai dimenticato, cancellato quasi. Camminava osservando gli altri, osservando la sua immagine riflessa dalle vetrine: non le piacevano gli altri, e non sopportava la “lei” che vedeva. Sparire sarebbe stata una bella esperienza. “The end of everything that stands, the endUn altro drink?… Why not…”. La ragazza adesso si trovava a mischiare le due lingue, mentre parlava. La divertiva e la rendeva attraente agli occhi degli altri. Le piaceva la sera andare nei locali del centro, buttarsi in quella movida rumorosa e sorridente che vagava nelle vie più strette e riempiva le piazze illuminate da luci gialle che sembravano uscite da una foto antica. No safety or surprise, the end”Quel gruppetto di ragazzi fa apprezzamenti che non fanno piacere, imbarazzano, inquietano, sono parole “materiali”, che non fanno sentire belle, fanno sentire “carne”, come per le prede. Lei fa finta di niente, mentre allunga il passo, verso l’uscita della stazione. Veloce, come sono veloci i passi dietro di lei, e quelle parole che sembrano inseguirla. And all the children are insane,there’s danger in the edge of town”Ci sono tre ragazzi che offrono da bere, da fumare. Bevono e fumano tutti, intorno a loro, ma i tre sembrano interessati solo a lei, che è confusa, ma non tanto da non capire che qualcosa non va. “C’mon baby, take a chance with us no, no…per favore, no”, lei lo ripete e la sua mente fugge, disgustata e il suo corpo perde peso:orribile corpo, inutile corpo che merita di essere cancellato. “The end of laughter and soft lies… Aiuto, help..”. Non fanno più sorridere le sue parole mischiate. Sanno di paura: “basta, stop”… e invece no, non basta e le parole non escono neanche più, ingoiate dalle lacrime. Il cellulare memorizza la sua paura, i suoi pianti, i suoi no, ma non la salva. Gruppi di ragazzi bevono raccontando una storia. In altri angoli, le ragazze cercano di ricordare o di cancellarsi per sempre“This is the end”.

This is the end / Beautiful friend / This is the end / My only friend, the end
Of our elaborate plans, the end / Of everything that stands, the end
No safety or surprise, the end / I’ll never look into your eyes… again
Can you picture what will be / So limitless and free
Desperately in need… of some… stranger’s hand / In a… desperate land
Lost in a Roman… wilderness of pain / And all the children are insane
All the children are insane / Waiting for the summer rain, yeah
There’s danger on the edge of town / Ride the King’s highway, baby
Weird scenes inside the gold mine / Ride the highway west, baby
Ride the snake, ride the snake / To the lake, the ancient lake, baby
The snake is long, seven miles / Ride the snake… he’s old, and his skin is cold
The west is the best / The west is the best / Get here, and we’ll do the rest
The blue bus is callin’ us / The blue bus is callin’ us / Driver, where you taken’ us?
The killer awoke before dawn, he put his boots on / He took a face from the ancient gallery
And he walked on down the hall
He went into the room where his sister lived, and…then he / Paid a visit to his brother, and then he
He walked on down the hall, and / And he came to a door… and he looked inside
Father, yes son, I want to kill you! / Mother… I want to… WAAAAAA!!! / C’mon baby!
C’mon baby, take a chance with us / C’mon baby, take a chance with us
C’mon baby, take a chance with us / And meet me at the back of the blue bus
Doin’ a blue rock / On a blue bus / Doin’ a blue rock / C’mon, yeah!
Kill, kill, kill, kill, kill, kill! / C’mon, yeah! / C’mon, yeah! / Come on baby, fuck me!
Yeah, yeah, yeah, yeah…
This is the end / Beautiful friend / This is the end / My only friend, the end
It hurts to set you free / But you’ll never follow me / The end of laughter and soft lies
The end of nights we tried to die / This is the end.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.