“Santana IV” – di Maurizio Garatti

Un accordo di chitarra, elettrico e accattivante, poi il basso e le percussioni a creare la ritmica, seguite dal caldo e avvolgente suono dell’organo: è Yambu, il brano di aperetura di questo “Santana IV”, arrivato a ben 45 anni di distanza da quel Santana III che chiudeva in qualche modo la prima fase della carriera di Carlos Santana, creatore e nume tutelare di quel Latin Rock che tutti abbiamo amato alla follia. Ascoltare questo Album significa fare un tuffo in un passato rigoglioso e lussureggiante, fatto di Blues, di Psychedelia e di ritmi sudamericani coniugati con il Rock più sanguigno e verace.
Iniziamo col tessere le lodi di Neal Schon, l’altra chitarra della Band, che ha convinto il Leader a riformare il vecchio gruppo e provare a suonare di nuovo assieme, giusto per vedere cosa poteva succedere.
All’appello rispondono
Michael Shrieve, Gregg Rolie e Michael Carabello, ai quali si aggiungono Karl Perazzo e Benny Rietveld, facenti parte dell’attuale Band di Carlos; il risultato di quelle session, proseguite dal 2013 al 2015, è questo disco magico e inaspettato.
I vecchi amici ritrovano da subito il feeling di tanti anni fa, e il suono che scaturisce dai solchi del disco è qualcosa di travolgente, sensuale e coinvolgente: sedici brani, per un totale di oltre settantacinque minuti di grande Musica, nella quale la chitarra di Carlos torna a graffiare senza essere la protagonista assoluta del suono. L’amalgama che si viene a creare è frutto del lavoro di tutti i musicisti, perfettamente inseriti in un magma sonoro che profuma di Seventies senza tuttavia esserne schiavo. Della iniziale Yambu abbiamo già detto, partenza davvero scintillane, a cui fa seguito l’altrettanto efficace Shake It, percussiva e roccata come Dio comanda; la sezione ritmica basata su Carabello e Shrieve è qualcosa di unico, peccato aver dovuto aspettare così tanto tempo per risentirla nel suo splendido vigore. Arriviamo a Anywhere You Want To Go, nella quale i legami con la Band di quarantacinque anni fa sono davvero evidenti. Impossibile non seguirne l’accattivante tempo…
sarà certamente un singolo di grande successo. Arriva poi il momento di
Fillmore East, titolo alquanto evocativo, che con i suoi sette minuti e quarantacinque secondi lascia nell’aria il profumo di magiche serate in quella grande location: lisergica e psichedelica, è un manifesto musicale di incontaminata bellezzaSono passati ventuno minuti dall’inizio del disco, e abbiamo ascoltato quattro brani: le emozioni provate hanno intensità pari solo alla qualità della Musica.
Ogni singolo brano è un piccolo capolavoro: la bellezza di Freedom In Your Mind, la lenta e suadente Sueños, la magica Blues Magic, e via dicendo; volendo potrei descrivervi minuziosamente ogni singolo brano dell’album, ma lascio a voi il piacere di scoprirli, perdendovi nel labirinto creato dalla chitarra di Santana e dall’Hammond B3 di Rolie. Ascoltate e perdetevi…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

01 – Yambu 03:26 (Karl Perazzo, Carlos Santana)
02 – Shake It 04:44 (Michael Carabello, Karl Perazzo, Gregg Rolie, Neal Schon)
03 – Anywhere You Want To Go 05:04 (Gregg Rolie)
04 – Fillmore East 07:43 (Michael Carabello, Karl Perazzo, Benny Rietveld, Gregg Rolie,
Carlos Santana, Neal Schon, Michael Shrieve)

05 – Love Makes The World Go Around (Feat. Ronald Isley) 04:20
(Thierry Fournel, Nuru Kane, Carlos Santana)

06 – Freedom In Your Mind (Feat. Ronald Isley) 05:29 (Ken Okulolo, Carlos Santana)
07 – Choo Choo 04:09 (Michael Carabello, Igor Len, Gregg Rolie, Carlos Santana, Neal Schon)
08 – All Aboard 02:03 (Carlos Santana)
09 – Sueños 05:14 (Benny Rietveld, Carlos Santana)
10 – Caminando 04:20 (Michael Carabello, Karl Perazzo, Carlos Santana, Neal Schon)
11 – Blues Magic 04:25 (Gregg Rolie, Carlos Santana, Neal Schon)
12 – Echizo 03:52 (Neal Schon, Michael Shrieve)
13 – Leave Me Alone 03:58 (Gregg Rolie, Carlos Santana, Michael Shrieve)
14 – You And I 04:19 (Gregg Rolie)
15 – Come You As Are 04:50 (Michael Carabello, Karl Perazzo, Gregg Rolie,
Carlos Santana, Neal Schon)

16 – Forgiveness 07:20 (Gregg Rolie, Carlos Santana, Neal Schon)

Michael Carabello Congas, Percussion, Vocals (Background)
Ronald Isley Vocals On 05, 06
Karl Perazzo Percussion, Timbales, Vocals
Benny Rietveld Arranger, Bass, Programming
Gregg Rolie Arranger, Hammond B3, Keyboards, Vocals
Carlos Santana Arranger, Guitar, Vocals
Neal Schon Guitar, Vocals
Michael Shrieve Drums

santana IV garatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.