Reportage Serata di Chiusura San Severo Winter Jazz 2014/15 – di Antonio Tarantino

Non poteva finire diversamente la 5° Edizione del San Severo Winter Jazz, con un nuovo progetto musicale che ormai e pienamente lo contraddistingue. Una grande festa, quella di venerdì 10 aprile al Caffè Tra Le Righe, a conclusione di questa avventura musicale durata sei mesi, con undici straordinari eventi. Una serata esplosiva, così com’era stata annunciata, ricca di suoni e contaminazioni, groove e tanto swing… per reinterpretare il BOP in chiave contemporanea. Un suono radicato nella vecchia tradizione Bop ma con aspetti fulminanti e nuovi, un sound “metropolitano”, caratterizzato da tempi molto veloci e da elaborazioni armoniche innovative e in contrapposizione agli stili jazz utilizzati in un lungo percorso di storia contemporanea. E’ il jazz che si ascolta da circa un decennio a New York. Una rivoluzione (New Bop), nella rivoluzione (Be-Bop), uno stile musicale che vuole essere anche uno stile di vita in fermento.

0Ricordo quando nel 2009 invitai (la loro prima volta in Italia) Loghan Richardson, Ambrose Akinmusire, David Binnet, Dave Striker, tanto per citarne alcuni.
Giovani musicisti che rappresentavano la nuova e rivoluzionaria tendenza Bop che sempre di più e, in forma dirompente, andava affermandosi nei jazz club newyorkesi.
Non è sempre cosa facile accettare e gradire qualcosa di nuovo e/o rivoluzionario quando ci si è abituati nel tempo a un certo tipo di ascolto. Necessita entrare nel contesto quotidiano attuale, del vissuto, delle difficoltà della vita odierna dei giovani musicisti Newyorkesi per meglio intraprendere il disagio sociale che si manifesta poi in nuovi linguaggi musicali. E’ il bello della Musica Jazz che in un secolo di storia ha avuto ben undici mutamenti e/o rivoluzioni, undici modi diversi di interpretare la musica jazz.

3

La Musica Jazz Non è stagnante, rappresenta sempre il mutamento, l’evolversi della vita, altrimenti non sarebbe stata la prima forma di globalizzazione culturale entrata a pieno titolo in tutti i continenti ad assorbire le diversità, le particolarità, le tradizioni, i comportamenti culturali del mondo intero per poi fonderli in un unico tracciato musicale… J A Z ZI classici standards di Charlie Parker, Bud Powell, Thelonious Monk, Jimmy Davis, sono stati brillantemente reinterpretati in chiave contemporanea dal neo costituito “BOPNOW3″ composto da: Angelo OLIVIERI: tromba. Francesco MASCIO: chitarra. Francesco CUSA: batteria.

2

Un trio creato appositamente da Angelo Olivieri a chiusura di questa edizione con musicisti attivi nei più diversi ambiti della scena jazzistica e insieme per la prima volta. Dalla Maremma Olivieri, Cusa da Catania e Mascio da Cassino. Insieme in questo nuovo progetto da cui, stando ad alcune anticipazioni, nascerà un disco. E’ stata una esecuzione eccellente di brani come: Ah-Leu-Cha, BloomdidoScrapple from the Apple, Au Privave di Charlie Parker… continando con Bouncing with Bud di Bud Powell; Evidence e Well you needn’t di Thelonious Monk e brani inediti di Angelo Olivieri: Outsiders  e Sbop. Un trio che per la forte interplay dimostrava di essersi assemblato chissà da quanto tempo. E’ la dimostrazione che quando parliamo di Musicisti di un certo spessore, anche se si incontrano per la prima volta, sanno dare il massimo di se stessi e la fusione delle loro diversità ha dato forma al “BOPNOW3”.
Un grazie di cuore a tutti voi carissimi Amici di San Severo Winter Jazz per la vostra calorosa compagnia.
Il vostro sostegno insieme ai partners Banca Di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo, La Boutique Uomo-Donna Mastrogiacomo di Torremaggiore, Cantina D’Alfonso-Del Sordo di San Severo, alla produzione del Caffè Tra Le Righe/Spazio Off di Paola Marino e Giovanni Cera,  a tutti i Musicisti ospiti, alle tante testate giornalistiche, e in particolare modo alla Gazzetta Di San Severo,  ai tantissimi siti blog che hanno voluto offrire con i loro comunicati tanta visibilità alla nostra Rassegna Artistica Internazionale.

ARRIVEDERCI ALLA PROSSIMA, 6° EDIZIONE DI SAN SEVERO WINTER JAZZ 2015/16… NATURALMENTE, SEMPRE AL CAFFE’ TRA LE RIGHE/SPAZIO OFF

4

 Foto: Benito Mascitti©Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.