Randy California… From Jimi to Spirit – di Rosanna Cornaglia

Sin da piccolissimo il nipote di Ed Pearl ha assorbito musica jazz, rock e folk nel club dello zio… l’Ash Grove, a Hollywood. Questo ragazzo si chiama Randy Craig Wolfe. Immerso in questa particolare atmosfera musicale, inizia a suonare la chitarra precocemente, dimostrando in seguito di avere sviluppato molte capacità. Nel 1966 la famiglia del ragazzo si trasferisce a New York. A quindici anni, durante una delle sue capatine al Manny’s Music Store, nel Greenwich Village, sente suonare un giovane ragazzo nero nel retrobottega del negozio. Quel ragazzo sta provando una Fender Stratocaster… si chiama Jimi Hendrix. Randy chiede a Jimi se gli può dare la possibilità di suonare due o tre pezzi slide che si era studiato. Jimi gli passa la Stratocaster. Alla fine dell’esibizione i loro occhi si incrociano e una sottile vena di complicità e affinità scorre tra di loro. L’adolescente ha enormemente impressionato Hendrix… a tal punto da invitarlo al Cafè Wha? per quella sera stessa. Da quel momento in poi Randy sarà Randy California. Jimi gli appioppa questo soprannome per distinguerlo dall’altro Randy della band che si forma al momento… Randy Texas (al secolo il bassista Randy Palmer). Jimmy James & The Blue Flames: il gruppo non supererà i tre mesi di vita. La gavetta del giovane Randy è molto intensa e istruttiva. Alla fine della strada dove si esibivano c’era un altro locale… il Cafè Au GoGoJohn Hammond jr, che impazziva per Hendrix, invita i Flames a suonare come supporter in quel locale, dove venivano pagati anche meglio. Randy ricordava con nostalgia le corse notturne, talvolta sotto la pioggia battente… su e giù, tra il Café Wha? e il Café Au GoGo, per essere presenti al set successivo (cinque a serata nel primo, due a serata nel secondo). Un bel giorno arrivano gli inglesi prima Keit Richards, sempre attorniato da stuoli di belle ragazze. Linda, la ragazza di Keith al momento, regala a Jimi la sua prima StratocasterLa vera svolta però avviene quando si presenta Chas Chandler, bassista degli Animals prima, e in seguito produttore di gruppi inglesi come gli Slade. Il corteggiamento di Chas dura a lungo, poi il produttore ha la meglio e Jimi si decide a seguirlo in Inghilterra, dove formerà gli Experience. Hendrix non vuole interrompere la collaborazione con Randy ma, essendo ancora minorenne, non ottiene il consenso dai genitori per espatriare e rimane negli Stati Uniti. Con il patrigno Ed Cassidy fonda un gruppo tutto suo… gli Spirit. Oltre a loro due ne fanno parte Mark Andes (voce e basso), Jay Fergusson e Jon Locke (tastiere e voce). Randy ammanta i brani di basi blues, hard rock e folk con sound psichedelici. Nel 1968 uscirà l’album omonimo a cui farà seguito “The family that plays together”, “Clear” e infine quello che la critica considera il capolavoro… “Twelve dreams of Dr. Sardonicus”La cosa buffa è che per molto tempo Randy rimarrà convinto di avere suonato con un certo Jimmy James.Scoprirà di aver collaborato con l’ormai famoso Jimi Hendrix solo quando il Dj Dr. Demento mette sul piatto l’album… “Are you Experience”. Sulla copertina compariva la faccia distorta del chitarrista con cui aveva suonato al Café Wha?. Quando la traccia sonora parte, Randy non ha più dubbi ed esclama entusiasta… “E’ lui, è Jimmy James”Col tempo capiterà che gli Spirit facciano da supporter ai Led Zeppelin, almeno in tre date, durante le quali Randy suona il brano “Taurus”. Ascoltando il famosissimo arpeggio iniziale di “Starway to heaven” si può notare la somiglianza tra quello che suona Jimmy Page e quello che esce fuori dagli accordi di Randy in Taurus. Il chitarrista degli Spirit l’ha sempre fatto notare, pur non ricorrendo mai alle vie legali. Nel 1997, mentre si trova alle Hawaii, luogo d’origine della madre (Berenice Pea rl), muore affogato nelle acque dell’Oceano Pacifico, dopo avere salvato il figlio dalla forte corrente marina. Randy verrà risucchiato via e il suo corpo non verrà mai ritrovato… bello pensare che in cielo Jimi e Randy suonino jam session spettacolari. Intanto sulla terra la famiglia di “California” sta predisponendo un ricorso per la violazione dei diritti d’autore che passerà all’esame delle autorità preposte in materia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

randy california

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *