Punkreas: “InEquilibrioTour”‎ al Rockplanet Pinarella di Cervia – di Sonia Causa

Cervia, 14 aprile 2018. Arrivano sul palco accolti da un pubblico entusiasta ed eterogeneo: adulti, ma anche post-adolescenti che indossano magliette di gruppi punk come se esibissero un documento di identità. La sintonia è subito palpabile, se la band chiede gli spettatori rispondono con entusiastica partecipazione nonostante l’acustica a tratti ingenerosa del locale e il caldo soffocante. Aperto da una serie di canzoni dal nuovo EP “InEquilibrio”, il concerto prende brio senza alcuna forzatura. È uno spettacolo genuino, che punta al cuore pulsante della musica e tira inevitabilmente a ballare anche lo spettatore più casuale. I PunkreasCippa alla voce, Paletta al basso elettrico, Noyse ed Endriù alle chitarre elettriche e Gagno alla batteria – riempiono il Rock Planet di note furenti ed energiche che lasciano poco spazio alle mezze misure. Persino nei momenti più scanzonati, quella che prevale è l’anima ruvida di un gruppo di granitica esperienza, che riesce a conservare tutta la sua spontaneità senza mai scadere in un sound meno che eccellente. Sui grandi classici parte il pogo, selvaggio ma scanzonato e quasi mai fastidioso, e in un’epoca di pubblico più appassionato di riprese con lo smartphone che di musica – pare – il popolo dei Punkreas si distingue per la quasi totale mancanza di schermi rivolti verso il palco. C’è invece un contributo vivido e vibrante fatto di urla, salti e rapide incursioni fra i musicisti, che accolgono lo spettatore audace e lo rimandano indietro senza scomporsi. Performers consumati e musicisti esperti, i Punkreas snocciolano un concerto che si snoda da sé, fra pezzi richiesti ed acclamati e siparietti divertenti che hanno tutto il sapore e l’ironia di una musica di protesta, scomparsa solo dai media di largo consumo. Una fine che appare ingloriosa, smentita con costanza dal popolo punk, vivo e arrabbiato come non mai.

Foto e articolo di Sonia Causa©RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.