“Pat Garrett & Billy the Kid” La rivoluzione del Western

La storia del Cinema americano, passa inevitabilmente attraverso la lente della macchina da presa di Sam Peckinpah. I registi che come lui hanno saputo riscrivere i canoni della cinematografia classica e trasportare il cinema nella visione moderna si contano sulle dita di una mano. Questi pochissimi cineasti, come sempre capita agli innovatori, sono stati osteggiati, criticati e incompresi.

“Pat Garrett & Billy the Kid”  (1973) è forse l’emblema di questa situazione paradossale.

Una ballata splendida, triste e polverosa che Peckinpah scrive sconvolgendo i canoni del western classico e continuando il percorso già intrapreso con “Sfida nell’alta sierra” (1962) e “Il mucchio selvaggio” (1969).

prima pat web

La produzione avrebbe voluto affidare il lavoro a Monte Hellman che aveva già diretto l’acclamato road movie “Strada a doppia corsia” con la sceneggiatura  di Rudy Wurlitzer  – poi sceneggiatore del “Piccolo Buddha” di Bernardo Bertolucci – ma James Coburn non volle sentir ragioni.

Coburn pretese Sam Peckinpah alla direzione… calarsi nei panni del leggendario sceriffo Pat Garrett era per lui una prova d’attore a lungo sognata.

Peckinpah riscrisse la sceneggiatura assieme a Wurlitzer e volle che la scena più emblematica del film  – l’uccisione di Pat Garrett da parte dei cowboys da lui stesso ingaggiati per la caccia al Kid – aprisse e chiudesse la pellicola. Wurlitzer non accettò le modifiche (oltre questo nuovo prologo/epilogo, nella sceneggiatura originale Pat e Billy non si incontrano per tutto il film, se non nel finale) e abbandonò il progetto. Peckinpah allora trasformò la sceneggiatura e la riscrisse quasi totalmente, basandosi solo sulla sua idea di Cinema.

Dopo aver inizialmente pensato all’attore Bo Hopkins per il ruolo di Billy the Kid, Peckinpah opta per il famoso cantante country Kris Kristofferson che porta con se la moglie Rita Coolidge e, sopratutto, Bob Dylan.

Bob avrebbe dovuto scrivere la musica per i titoli di testa del film. Finì invece con lo scrivere l’intera colonna sonora, partecipando anche come attore. A quel tempo Peckinpah non conosceva Dylan e ascoltandolo cantare ne rimane profondamente colpito… fino a Coinvolgerlo nelle riprese, giudicandolo perfetto per l’ambiente entro il quale si muovrvano i personaggi. Per i ruoli secondari Peckinpah scelse deliberatamente grandi glorie del cinema western, come Chill Wills, la stella del cinema messicano Katy Jurado, Jack Elam, Slim Pickens e Paul Fix.

Il risultato impresso sulla pellicola è pura Poesia.

web pat slide seconda

La luce, nitida e polverosa allo stesso tempo, nella quale si muovono gli attori resta una delle preziosità del film che racconta in realtà la fine di una amicizia, facendola coincidere con la fine di un’epoca e dei suoi valori… senza mai scadere nel patetico o nel falso moralismo.

Siamo attorno al 1880, nel Nuovo Messico.

Il latifondista John Chisum ha condotto una guerra spietata e senza legge contro i suoi rivali servendosi di vari pistoleros fra cui Pat Garrett e William Bonney detto “Billy Kid”. Ben presto però, Chisum si accorda col governo federale e cessa le ostilità. L’ingenuo Billy non avverte il tradimento e continua a seminare morte, mentre Garrett, più anziano e realista, diventa sceriffo e accetta l’incarico di eliminare l’amico e compagno di mille avventure. Inizia così una caccia massacrante e spietata…  solo uno dei due potrà sopravvivere.

 

La storia è da subito svelata e non c’è alcuna tensione, non c’è brama di sapere come finirà. Peckinpah allora coglie magistralmente questa opportunità, soffermandosi sui particolari, dando corpo al film rallentandone l’azione e permeando la pellicola con il senso dell’ineluttabilità del fato. Film epico e corale scritto pensando agli attori e donando loro sconfinate possibilità d’espressione. A tal proposito è doveroso segnalare la grande prova di James Coburn che, nonostante il rischio d’immagine nell’impersonare una vera carogna, riesce comunque ad apparire coerente e non colpevole. Il West che lui e Billy hanno vissuto è finito… a lui il compito di scrivere la parola fine.

Magazzini Inesistenti

web pat slide terza

Pat Garrett e Billy the Kid – USA 1973

Un film di Sam Peckinpah. Con James Coburn, Kris Kristofferson, Katy Jurado, Chill Wills, Richard Jaeckel, Bob Dylan, Jason Robards, R.G. Armstrong, Luke Askew, John Beck, Richard Bright, Matt Clark, Rita Coolidge, Jack Dodson, Jack Elam Titolo originale Pat Garrett and Billy the Kid. Western, durata 122 (106) min.

Nota inesistente: mica lo so, potendo scegliere, chi avrei voluto interpretare dei due… mica per altro… ma non ho mai capito chi fosse più bandito…

logo di firma

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *