Northway: “The Hovering” (2020) – di Capitan Delirio

In un anno come il 2020, in cui, per molti versi, abbiamo assistito alla “sospensione” delle attività umane, soprattutto artistiche, un progetto come “The Hovering” (I Dischi del Minollo 2020), dei Northway, sembra candidarsi alla perfezione per rappresentare questa sensazione, con l’intento di riempirla di nuove visioni, di nuove proiezioni. Il disco ha l’andamento di un concept strumentale e fin da copertina e titolo è chiaro il riferimento alla sospensione, una sospensione oscillante che si muove al ritmo altalenante delle emozioni, in alcuni momenti potente, in altri di una straziante dolcezza. Sospensione musicale: i quattro musicisti si sono chiusi in studio e hanno cercato ostinatamente un dialogo con gli strumenti che arrivasse a trovare una sintonia unica, che comunicasse le loro sensazioni interiori, registrandole in presa diretta. Sospensione temporale: tutto nasce in questo periodo storico, ma queste sonorità che fondono psichedelia, prog e post-rock attraversano le generazioni, fino a non riuscire a trovare una collocazione tra passato e futuro; è un invito al viaggio interiore.
Soltanto così la nave della copertina potrà salpare, abbandonare gli ormeggi e partire. In una rotta verso il nord. Pur non essendo preparati a intraprendere il cammino, pur con mezzi inadeguati, bisogna affrontare il freddo lancinante e il crepitio assordante dei ghiacciai. Alla fine, però, i mezzi non risultano così inadeguati. Quel galeone, che sembra riproporre un’immagine degli inizi del Seicento, ha una carenatura potenziata dalla fantasia, dalla creatività. Gli intrecci delle chitarre riescono a mormorare, lamenti e preghiere logorati dalla salsedine, e riescono a lanciare urla di vittoria per una terra avvistata in lontananza. La sezione ritmica, basso elettrico e batteria, tiene fedelmente il movimento delle maree, tra tempeste e bonaccia. Il linguaggio espresso fonde ogni elemento creando l’atmosfera psichedelica necessaria ad accompagnare il viaggio in ogni dettaglio. Questa sospensione stessa è un viaggio, è il viaggio.

Antonio Tolomeo (chitarra elettrica), Luca Laboccetta (chitarra elettrica),
Matteo Locatelli (basso elettrico), Andrea Rodari (batteria).
1. Point Nemo. 2. Kraken. 3. Hope in the storm. 4. Interlude.
5. Edinburgh of the Seven Seas. 6. Deep Blue.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://northwaytheband.bandcamp.com/album/the-hovering

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: