Nessuno ha mosso un dito – di Ferruccio Brugnaro (Poeta operaio)

Ci hanno spinto fuori
dalle fabbriche
a centinaia di migliaia
questi anni.
Ci siamo sentiti
addosso
il deserto
in qualche
momento.
Nessuno
ha mosso
un dito.
La pensione ora
è troppo alta
bisogna tagliarla.
La pensione
è uno scandalo
bisogna
eliminarla.
Ma chi sono
i terroristi?
Tutto è molto chiaro
concreto.
Non ci sono più
nascondigli.
Non c’è più
losco teorema che tenga.

operaio espulso

     Foto: Lewis Hine ©Tutti i diritti riservati 

One thought on “Nessuno ha mosso un dito – di Ferruccio Brugnaro (Poeta operaio)

  • Aprile 17, 2015 in 9:29 am
    Permalink

    Bellissima riflessione. Spesso, quando mi fermo a pensare, mi sento così: svuotata di principi e di idee, come sopravvissuta a un atto di terrorismo sociale in cui chi chi ha costruito, è sepolto sotto cumuli di macerie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: