Neri Marcorè ft. GnuQuartet: “Come una specie di sorriso – Omaggio a Fabrizio De André” – di Marina Marino

Napoli, venerdì 8 giugno 2018. Neri Marcorè e GnuQuartet in concerto a Napoli con “Come una specie di sorriso – Omaggio a Fabrizio De André”, per celebrare i 794 anni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, la più antica università pubblica del mondo. Il Cortile delle Statue, il Cortile del Salvatore o, semplicemente, Via Mezzocannone, 8. Teatro di ricordi di appuntamenti e appunti scambiati, di “studio matto e disperatissimo”,  di risate e baci, resta inciso nella memoria degli studenti o, meglio, di coloro che lo sono stati dell’Università Federico II di Napoli. Proprio per festeggiare il compleanno dell’Ateneo Federiciano lo spazio si apre, restaurato e vivo per accogliere “Come una specie di sorriso”, Neri Marcorè e il GnuQuartet che ricordano Fabrizio De Andrè. La scelta programmatica è di evitare  i brani celeberrimi e  puntare su quelli meno noti al grande pubblico, come molti tratti da “Creuza de Ma’“, Le acciughe fanno il pallone, Fiume Sand Creek o Se ti tagliassero a pezzetti. E’ una bella serata di Giugno, il giorno precedente c’è stato il faraonico omaggio “Pino è” al San Paolo e piace quest’atmosfera raccolta, una voce elegante e arrangiamenti che sembrano fresche pennellate… tecnicamente perfetti. Le canzoni ruscellano, intervallate da scherzi divertenti e garbati, in un gioco di squadra di cui si avverte l’energia ma anche l’affiatamento di un sodalizio artistico tra Marcorè e GnuQuartet, già in essere da alcuni anni, all’insegna del buon gusto e della ricercatezza musicale. Una pregevole esecuzione di Presentimento, in napoletano… un sommesso omaggio a Pino…  e, sì, cerco  sotto quel cielo la ventenne che sono stata, che forse dietro una statua mi saluta e che dentro mi sorride.

Neri Marcorè (voce, chitarra).
GnuQuartet (Stefano Cabrera: violoncello. Roberto Izzo: violino. 
Raffaele Rebaudengo: viola. Francesca Rapetti: flauto.) Simone Talone (percussioni). 
Domenico Mariorenzi (chitarra). 
Flavia Barbacetto e Angelica Dettori (voci). 
Arrangiamenti e orchestrazione: Stefano Cabrera.

Foto Pietro Previti © tutti i diritti riservati 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.