Milagro Acustico: “Sicilia Araba” – di Emanuele Cinelli

Con questa nuova incisione il Milagro Acustico rende omaggio ai poeti Arabi di “Siqilliyata”(Sicilia), Abd Allah Sadus, Ibn al Qatta, Abu al Quasim abd al Rahman, ma soprattutto a  Ibn Hamdis  citato in tre brani – nato a Siracusa o forse a Noto nel 1056, rifugiato a Maiorca in seguito all’invasione Normanna, non tornerà mai più a casa, della quale non dimenticherà mai i profumi, i colori e i volti della sua gioventù… separato da una corrente infuocata”La vicenda di Ibn ci ricorda quella di Almustafa, protagonista del libro “Il Profeta” di Kahlil Gibran.
L’Eletto attenderà dodici anni nella città di Orphalese la nave che lo riporterà all’isola nativa. Giunto il giorno tanto agognato viene assalito contemporaneamente dal desiderio di rimanere nella dolorosa nostalgia o di concedersi alla felice terra promessa: chi può allontanarsi dalla propria sofferenza e solitudine senza rammarico?”. Il dolore diventa gioia e la gioia dolore. Un dualismo tipico delle emotività coinvolgenti scatenate dalla Musica Araba.
Bob Salmieri compone delle musiche meravigliosamente Mediterranee… immerse negli equilibri dei Maqam, brani intensi che fanno da morbido e consolante cuscino ai versi appassionati e struggenti di questi uomini diventati stranieri in patria, esiliati dalla loro “Isola Giardino”, dove l’Islam ha condiviso – tra il 827 d.c. e il 1091 – assieme ai Cristiani il diritto di culto.

Milagro Acustico_2“Che meraviglia vedere la tolleranza dei cristiani che restarono a guardarci”.
Le parole di Ibn Jubair, come preghiera durante il Ramadan, ci danno un esempio di tolleranza e civiltà impensabili nel ventunesimo secolo. Oggi le “Guerre Sante” aumentano copiose e la globalizzazione ha ormai distrutto i tratti somatici di  popoli sempre aperti allo scambio. Scenari moderni dove i Fast Food cercano di ingerire anche i profumi e i sapori  di quella meravigliosa città chiamata BALARM (Palermo), nella quale da anni giungono da ogni parte del Mediterraneo per partecipare al festival del “Cous Cous”.

Nei titoli dei brani si omaggiano anche altre città siciliane.“Prospera e agiata è Trapani. Gli abitanti son musulmani e cristiani”, “Allah protegga una casa in Noto” e “Favara dai due mari tutto ciò che si desidera si trova in te”.
Non ci sono quasi più le moschee ma l’arte Araba ancora accarezza tutti i sensi in questa meravigliosa isola. I profumi degli agrumi, i datteri; per non parlare dei dolci al sesamo, pistacchio e mandorle. Grazie all’orchestra del Milagro Acustico, con i suoi fantastici musicisti, la musica è salva dalle inutili didascalie di certa World Music e resta solo il suono magico che affonda le sue radici nel canto di solitudine e nella tradizionale malinconia dell’esilio.
Nei due brani strumentali, Nostalgia e Wadaan (Addio), le parole dei poeti ci mostrano nitide le immagini del passato, ma è la musica che ci incanta.
Sembra di sedere sulla spiaggia in una notte d’estate… a un tratto cala la nebbia e la luce pallida della luna fluttua e crea ombre suadenti… ci rapisce con la sua danza.
Ci lasciamo condurre verso terre lontane e la meraviglia del viaggio si mescola con la paura dell’ignoto.

Bob Salmieri, oltre a comporre le musiche del disco, suona diversi strumenti:
il ney, il baglama, il sax soprano, il clarinetto e anche le percussioni. Poi c’è la calda voce di Marwan Samer che suona anche l’oud, Andrea Pullone chitarra classica e oud, Maurizio Perrone al contrabbasso, Maurizio Catania alla batteria e alle percussioni; non ultime le preziose collaborazioni di Mauro Tiberi alla voce, Carlo Cossu Agnese Sielli ai violini, Raffaele Mallozzi alla Ribeca, Giuseppe Spedino Moffa alla zampogna e Pachi Adikari Kalipada alle Tabla.

Un pensiero non può non andare a tutti quei barconi sul mar mediterraneo…
e a tutte le anime perse nel mare… Assalamu Alaikum.

MILAGRO ACUSTICO: Sicilia Araba 
1. Assalamu Alaikum – 2. Dhakartu Siqilliyata – 3. Balarm – 4. Wadaan
5. Yalla Harrek – 6. Trapani – 7. Nostalgia – 8. Favara – 9. Noto

Ps. C’è anche una raccolta fondi per il decimo album del Milago Acustico.
Il denaro servirà a pagare la licenza alla Warner Bros. Italia, per l’utilizzo della voce di Rosa Balistreri, preziosissima ciliegina sulle composizioni originali di Milagro Acustico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 pensieri riguardo “Milagro Acustico: “Sicilia Araba” – di Emanuele Cinelli

  • maggio 16, 2016 in 5:25 pm
    Permalink

    Semplicemente eccezionali. Un post che mi ha commosso (abito a 8 chilometri da Noto, a 24 da Siracusa).Questa è la musica del Mediterraneo. Che, se ci pensiamo, è il cuore del mondo.

    Risposta
  • maggio 18, 2016 in 2:56 pm
    Permalink

    senza che ci pensiamo… tu stai davvero nel buco del culo del genio umano

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.