Liquid Shades: “Locked Exit” (2019) – di Marco Valerio Sciarra

Una porta chiusa. L’impossibilità di vedere all’interno. L’impossibilità di vedere all’esterno. L’impossibilità di trovare una via d’uscita e di comprendere quale sia la vera vita. Quella che scorre dentro o quella che scorre fuori. O ancora quella che non scorre affatto e lentamente si deteriora. La sensazione è che la vita, la vita reale, sia lì fuori, lontana, irraggiungibile, perché non è come la si desidera, la si immagina, mostra aspetti di sé che sembrano estranei. Imprigionati dentro reclusi da una “Locked Exit” (2019), come ci racconta il recente progetto discografico della band ferrarese dei Liquid Shades. La sensazione di claustrofobia è ben delineata lungo la lista delle tracce che si muove su arrangiamenti Prog Rock incalzanti e rotolanti su ritmi ossessivi che si spingono fino all’Hard Rock. Interessante constatare che una band formata nel 2007 e via via mutata negli anni fino ad oggi, decida di esprimersi secondo le sonorità di un genere musicale che ha vissuto il suo splendore massimo a cavallo tra gli anni sessanta e settanta.
I Liquid Shades, come altre realtà musicali della nuova generazione, dimostrano che gli insegnamenti delle grandi band del periodo d’oro del Prog internazionale possono essere ancora attuali, validi ed efficaci. La band di Ferrara, in questa ultima formazione, grazie a un lavoro di scrittura che coinvolge tutti gli elementi del gruppo, riesce a produrre un sound corposo e sintonico. Arrivando a combinare nella struttura dei brani il linguaggio musicale a quello poetico, con l’inserimento di sempre diverse voci recitanti che donano una dimensione più sospesa nel tempo. Molti dei brani sono impreziositi dalla presenza di ospiti eccellenti. Tutto per coinvolgere l’ascoltatore in questa rete ben intrecciata dagli strumenti e dai cui è difficile divincolarsi. Imbriglia e trascina giù. Soltanto chi si farà trascinare fino in fondo, fino al fondo senza paura, avrà la possibilità di trovare la chiave che promette una speranza d’uscita. 

I Liquid Shades di “Locked Exit” sono: Diego Insalaco (chitarre elettriche, tastiere, Synth, lap steel).
Marco Gemmetto (voce, chitarra elettrica, acustica e 12 corde). Paolo Felletti (basso elettrico, voce).
Lorenzo Dotto Checchinato (sax, corno, percussioni, sfx, voce). Filippo Avanzi (batteria).
Hanno collaborato inoltre: Giulia Artioli (tastiere, voci). Valentina Palumbo (voce).
Olga Mykulyak (violino). Matteo Tosi (voce recitata e cori). Marco Vinicio Ferrazzi (voce recitata).

Tracklist: 1. Locked Exit. 2. Lontano Da Tutto. 3. Ozymandias. 4. Waiting For The Death Blow.
5. Insomnia. 6. La Via Del Grande Fiume. 7. Wasting Myself. 8. Metamorphosis Of Darkness.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.