Leonard Cohen: il cantore dell’essenza umana – di Gabriele Peritore

Quasi se lo sentiva Leonard: come nel caso di David Bowie che lavorò al suo ultimo album “Black Star” come se fosse un testamento spirituale e lo pubblicò pochi giorni prima di lasciare questo mondo. Così Leonard Cohen ci ha lasciato poco dopo avere dato alle stampe il suo ultimo album “You Want It Darker” che può essere interpretato come una confessione sulle meditazioni di uomo maturo che si avvicina all’estrema dipartita, e ne sente il fascino.
Si dichiara pronto come in una preghiera a intraprendere l’ultimo viaggio ma poi avverte la nostalgia per le cose terrene, la materia e la sua seduzione passa attraverso la rabbia e il dolore, per poi rimanere sgomento di fronte all’enormità del mistero. (segue su carta)

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: