Led Zeppelin: “In Through The Out Door” (1979) – di Mr. Hyde

Ultimo LP datato 1979, pubblicato dalla Swan Song, dei Led Zeppelin, mitico gruppo che, da lì a poco, si sarebbe sciolto per la morte (settembre 1980) del grande “Bonzo” John Bonham, insostituibile generatore di energia e cuore pulsante ritmico della Band. Un drammatico colpo di coda del dirigibile che sarebbe definitivamente atterrato con grande dispiacere dei suoi fans. La copertina di “In Through The Out Door” è ispirata agli anni del proibizionismo in America, contenendo immagini dell’interno di quello che doveva essere un malfamato bar clandestino di quel periodo. Originale la scelta di coprire con una busta di carta grezza la vera e propria copertina contenente il disco, come si usava fare con le bottiglie di whisky di contrabbando che si compravano e portavano a casa. Quando comprai questo vinile rimasi un po’ deluso, perché non vi trovai esattamente i Led Zeppelin che mi aspettavo… non so, avrei voluto ascoltare qualche meravigliosa ballata acustica, con ampie pennate sulla 12 corde tipo That’s The Way, qualche blues straziante alla Since I’ve been Loving You… D’altra parte loro stessi, alle porte degli anni 80, avrebbero voluto proporre suoni ed arrangiamenti nella direzione del rinnovamento, e lo dimostra l’uso generoso di tastiere e sintetizzatori. Tuttavia, riascoltandolo ho trovato delle cose interessanti in In The EveningAll My Love, dedicata da Plant al figlio scomparso nel 1977, che contiene un melodioso assolo di tastiere (in genere gli assoli sono prerogativa di Page), I’m Gonna Crowl, lenta  ballata in cui Robert fa la parte del leone, fra sezioni d’archi sintetici e arpeggi, dialogando con gli stupendi, intensi assoli di cui solo Jim Page è capace in brani soul come questo dall’ispirazione blues. C’è poi Fool In the Rain, interessante accostamento ai ritmi sudamericani, la lunga Carouselambra che ricorda un po’ The Song Remain The Same, in quell’alternarsi di rock incalzante segnato da riff di tastiere con atmosfere  rarefatte su cui veleggia la chitarra di Jim. Infine, molto vicine nell’ispirazione, stile e nell’arrangiamento a Phisical Graffitiho trovato South Bound Saurez e Hot Dog.

Jimmy Page: chitarra. Robert Plant: voce e armonica. 
John Paul Jones: basso e tastiere. John Bonham: batteria. 

Side one: In The Evening 6:48. South Bound Saurez 4:11. 
Fool In The Rain 6:08. Hot Dog 3:11.
Side two: Carouselambra 10:28. All Of My Love 5:51.
I’m Gonna Crowl 5:28.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *