La Grecia che non esiste più – di Catone l’Antico

Ionia, Attica, Peloponneso… itinerario degno di studenti del periodo imperiale, il cui padre o uno zio hanno pagato gli studi prima a Roma e poi con un viaggio ad Atene… per conoscere meglio la filosofia. Ancora oggi gli studenti dei licei classici concludono il loro percorso di studi con un viaggio in Grecia per poter ammirare dal vivo tutto quello che hanno dovuto forzatamente “tradurre”, se mai qualcuno ci è veramente riuscito, per ben cinque anni. Tuttavia, anche qui li aspetta un’altra bella sorpresa degna di un classicista perturbato ovvero… la Grecia Classica non esiste più! Sebbene l’intero paese sia ricchissimo di strutture d’età classica sia dentro che fuori i centri abitati, queste sono circondate da edifici da periferia, casermoni altissimi ogni tre dei quali uno è abbandonato con spranghe di legno alle porte, anneriti dalle macchine e ricoperti di scritte incomprensibili: ehi non studiamo mica greco moderno al liceo classico come molti invece credono cercando di farci tradurre qualsiasi cosa sembri una lingua sconosciuta! La guida ci dice “Qui ragazzi c’erano tutti palazzi neoclassici quando ero piccolina… bellissimi… poi hanno abbattuto tutto e hanno costruito questi!” Ci si chiede se sarà vero o era già tutto così brutto qui? Forse lo dice solo perché si vergogna di portarci a vedere meraviglie come il Partenone e poi vederci guardare giù i casermoni abbandonati con sguardo interrogativo del tipo “Ma siamo ancora in periferia?! Ma quando arriveremo al centro di questa città?”. Un evidente contrasto di meraviglia, perplessità… la piazza centrale piena di ubriachi, gente che dorme per strada nonostante i tantissimi palazzi abbandonati… guardando in alto lo splendore dell’acropoli illuminata di notte. La guida ci svela qualcos’altro: “Qui c’è l’ex aeroporto di Atene costruito da Onassis… ma poi lo hanno venduto per pagare i debiti…” e così per tutta la strada fino a Capo SunionOlimpia: meraviglia, stupore, perfezione. Olimpia città: “Ah…qui hanno costruito delle case che casualmente hanno formato un centro urbano…”. Questa è la Grecia moderna e, se non si conosce già prima di andarci il suo antico potere, c’è ben poco per concludere gli studi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.