James Senese & Napoli Centrale al Teatro Sannazaro di Napoli – di Pietro Previti

“’O Sanghe Tour 2018.: Napoli, 31 gennaio. James Senese è un’autentica icona musicale… e non solo per Napoli. Una carriera unica, cominciata nei primi anni Sessanta con il travolgente errebì degli Showmen suonato nei circoli delle truppe americane NATO e proseguita nei Settanta con la formazione Showmen 2 in ambito prog, anticamera all’inconfondibile formula jazz-rock con il gruppo Napoli Centrale, in cui debuttò un giovanissimo Pino Daniele al basso elettrico. Inserito nell’ambito della rassegna Sound of The City, a cura dell’etichetta Jesce Sole, il sassofonista del “Neapolitan Power” è tornato a calcare un palco nella sua città, esibendosi nella bomboniera del Teatro Sannazaro, gremita in ogni ordine di posti e con tanti amici accorsi ad applaudirlo come Enzo Gragnaniello. Reduce da una registrazione dal vivo recentemente effettuata in occasione del festival “Sorrento Incontra – M’Illumino d’Inverno 2017/18”, che verrà proposta in un disco di prossima uscita per festeggiare i 50 anni di carriera, Senese ha eseguito brani molto amati dal pubblico come l’omaggio a Pino nella disincantata ma sempre delicata Chi tene ‘o mare, la struggente ‘O nonno mio e l’inno di Campagna, ancora oggi esempio di musica impegnata. L’accresciuta fama di James, che sta vivendo a settantatré anni appena compiuti una vera e propria seconda giovinezza artistica, deve molto alla partecipazione al film Passione di John Turturro: da quel momento – si era nel 2011 –  è cominciata una nuova carriera per il sassofonista di Miano. Impegnato in un lunghissimo tour (oltre 150 date in due anni) che lo ha portato a girare l’Italia e l’Europa per promozionare “’O Sanghe, album uscito nel 2016 e vincitore della Targa Tenco, l’instancabile musicista partenopeo si avvale della stessa formazione che nel 1980 partecipò alle registrazioni di Nero a metà di Pino Daniele. Un gruppo di amici e musicisti formidabile, protagonista in tante uscite di quell’indimenticabile stagione e che ancora oggi riesce a stupire ed emozionare con il suo inconfondibile groove, capace di fare incontrare le improvvisazioni free-Jazz degli Art Ensemble of Chicago con le pulsazioni funk alla James Brown. Napoli Centrale è composta da James Senese alla voce ed al sax, Ernesto Vitolo alle tastiere, Gigi De Rienzo al basso e Agostino  Marangolo alla batteria. Nel segno di Pino Daniele e della migliore musica d’autore napoletana.

Foto e articolo di Pietro Previti © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *