iLLacrimo … bella Band

Il 23 ottobre scorso, su youtube è apparso “Chains in the Cold”, il primo video degli iLLacrimo, l’alternative-rock band italo-ungherese. Il brano, uscito su etichetta Resisto, anticipa il self-titled EP di debutto della band, la cui uscita è prevista per gennaio 2015, dopo la preview di “Non Credi” (video della band presentato in esclusiva sui canali social). Registrato in Italia e mixato a Londra presso il Fastermaster studio sotto la direzione artistica di Matteo Cifelli, questo primo, omonimo EP della formazione alt-rock italo-ungherese è un piccolo specchio che, attraverso i 5 brani che lo compongono, intende riflettere una parte della realtà della band.
Un accenno, in bilico fra due lingue, due culture musicali, ballate e pezzi stoner. Quello che però emerge fin da subito è il timbro vocale di Federica Sara, segno distintivo della band, insieme alle chitarre di Davide-Kristof. Il video del primo singolo “Chains In The Cold” è stato girato da Matteo Cataldo (MTV Italia).

Copia di illacrimo prima

Abbiamo raggiunto telefonicamente Davide-Kristof e gli abbiamo chiesto di parlarci un po’ della Band, a cui ha dato vita assieme alla vocalist Federica Sara:
Buongiorno Davide, per prima cosa vorrei sapere come nascono gli iLLacrimo
Gli iLLacrimo nascono dall’incontro tra me e Federica. Quando abbiamo scoperto di avere la stessa visione della musica, di condividere la stessa idea di un progetto musicale, abbiamo iniziato a dare corpo alle nostre idee.
Poi vi avvalete di un gruppo di musicisti che vi accompagnano nei concerti e con i quali incidete.
Esattamente. Abbiamo avuto la fortuna di trovare un insieme di musicisti veramente validi, che condividono con noi questa avventura.
Ho ascoltato con attenzione il vostro EP  e devo dire che lo ho trovato estremamente valido. Ho notato che negli iLLacrimo sembrano coesistere due anime differenti. Una più melodica e una decisamente più stooner.
In realtà è proprio così e la scelta dei primi due brani da divulgare è stata proprio fatta in quella direzione. Abbiamo dapprima fatto sentire il brano “Non credi”, decisamente più legato ad un concetto melodico molto caratteristico, e in seguito abbiamo pubblicato il video di ”Chains in the Cold“ che ha un sound decisamente più rock.
 
Ascoltando l’EP, mi ha molto colpito il brano “1000 Reason to”. Ho notato una derivazione che ricorda i Pendragon. Non quelli degli esordi, decisamente più vicini ai Genesis, quanto quelli degli ultimi lavori, più vicini ad un prog più dark.
La cosa è molto lusinghiera, e ti ringrazio dell’accostamento. I Pendragon sono una grande Band.
Quali sono le band che hanno influenzato gli iLLacrimo? …Se ce ne sono.
Beh, è difficile dirlo. Io sono un fan dei Metallica ma crescendo mi sono avvicinato alla musica classica (Davide è figlio del direttore d’orchestra Janos Acs) e ho anche iniziato a ragionare con criteri musicali vicini al Jazz, per cui posso dire di avere attinto da tutti questi suoni, per crearne uno personale. Federica invece è molto vicina ad Anouk, o perlomeno ad alcuni dei suoi lavori.
Tu, oltre a essere il chitarrista, sei anche l’autore dei brani?
Beh, si. Diciamo che io mi occupo della parte musicale, mentre Federica scrive i testi, a volte con il mio contributo.

Copia di illacrimo seconda

Tu sei figlio d’arte, giusto?
Si, mio padre è un direttore d’orchestra e questo ha influito non poco sulla mia crescita musicale.
 
Che progetti avete per il futuro?
Per il momento siamo concentrati su questo EP. Vogliamo farlo conoscere. Poi vogliamo promuoverlo facendo concerti.
 
Quando sarà il momento sarò lieto di venire ad ascoltarvi e di far conoscere la vostra notevole proposta mucicale.
Sarà un piacere per noi.
 
Allora a presto Davide… e grazie.
Grazie a te.
 
Il loro primo omonimo EP, registrato in Italia e mixato presso il Fastermaster studio di Londra sotto la direzione artistica di Matteo Cifelli (con Betty Poison, Il Divo, Helene Fisher, Mike & the Mechanics, ecc…) sarà disponibile a partire da gennaio e per il momento possiamo vedere la Band in azione nel video:

Nei live shows completano la formazione del gruppo: Dario Fiume (batteria), Raffaele Lamorte (tastiere), Daniele Coscarelli (2°chitarra) e Dario Vanoli (basso).
Il singolo-video “Chains In The Cold” è stato pubblicato su etichetta Resisto ed è disponibile in tutti gli stores digitali dal 23 ottobre 2014.
Per contattare la Band rivolgersi a:

antipop.project@gmail.com
 
Gli iLLacrimo sono una realtà musicale che cerca di emergere, e della quale ci occupiamo volentieri. Mediante la nostra rivista ve li facciamo conoscere, come faremo con tutte le band emergeni che meritano attenzione.
Dategli una chance, ne vale la pena.

Magazzini Inesistenti

Un pensiero riguardo “iLLacrimo … bella Band

  • ottobre 19, 2015 in 6:19 pm
    Permalink

    Gli iLLacrimo sono una band alla quale è difficile associare un aggettivo che li descrivi per intero. Dire che sono originali non basta, melodici è incompleto, appassionanti ed emotivi ancora non racchiude la loro interezza. Vanno ascoltati in ogni singola nota, parola, melodia, per poter essere apprezzati sin nell’intimo di loro stessi. La voce, sbalorditiva e “fiabesca”, non può che catturarci a ogni istante, trasportandoci in un mondo di favole il cui sfondo è occupato da uno sfavillio di note dalle più diverse tonalità. A volte un po’ grezza, spesso dolce e sempre incantevole, entra nel cuore di ognuno per non abbandonarlo.
    Ad accompagnare questa splendida melodia, vi è una chitarra di fiamma, che brucia di passione e trasporto. Un misto di rabbia e gioia, due opposti spesso attratti l’uno verso l’altro, che si contrappongono, ma che rendono ogni singola canzone una cacofonia di suoni ed emozioni.
    Insomma, gli iLLacrimo non sono la “classica” band che ascolti una volta e che poi dimentichi oppure continui ad ascoltare per abitudine. La parola “abitudine” è fuori dal loro gergo. Gli iLLacrimo li ascolti perché vanno ascoltati. Le band che circolano oggi per radio sono niente in confronto a loro, e non possono fare altro che esporre la loro inutilità. La musica oggi è superficiale, ma grazie agli iLLacrimo ci si rende conto che non tutto è perduto, che la “vera” melodia esiste ancora, che le note, se conosciute e ben composte, danno un risultato eccezionale. Nel nostro mondo esiste ancora un po’ di buonsenso. La gente che studia e che merita rimane! Gli iLLacrimo rimarranno!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *