IL PARTITO DEI VERDINI – di el cordobés

“Carissimi Lettori, purtroppo o per fortuna le vicende di questo sventurato paese le scriviamo, prevedendole molto in anticipo, certo non per merito nostro. L’articolo che vi riproponiamo è stato da noi pubblicato subito dopo le ultime elezioni regionali… questa non è altro che la dimostrazione della prevedibile dinamica della nostra politichetta corrotta…
buona lettura a voi dalla redazione.

Come ormai da tanto accade le elezioni le ha vinte il partito di quelli che per non vomitare in cabina non vanno a votare… però questo in italia è ininfluente.
A nessuno importa una mazza. Poi, come sempre, hanno vinto tutti.
Il teatrino mediatico non si ferma davanti a niente… e gli “impresentabili” continuano a trionfare senza nessun ostacolo… anzi, s’incazzano pure se qualcuno accenna a una qualsivoglia forma di dissenso. D’altra parte quelli che a votare ci vanno – per indolenza, per tornaconto o per altro poco importa – continuano a far crocette di consenso e loro, visto il proverbiale ottimismo del loro popolo, ormai sono determinati ad imprimere una nuova – geniale – svolta politica.
Appena varato il prossimo ddl contra legem per il governo della “campania felix”,
si dedicheranno alla costituzione di un nuovo soggetto politico al passo coi tempi…
IL PARTITO DEI VERDINI… e cioè il PVI.
Lo so, molti di voi rimarranno interdetti nell’apprendere questa notizia che siamo in grado di darvi in esclusiva mondiale… ma non disperate, veniamo qui di seguito a svelare l’arcano. I verdini sono quei buffi e divertenti ominidi che, appartenenti alla sottospecie dei furbini, si sono ben piazzati… soprattutto economicamente e, avendo aggiustato in loro favore codici e strumenti di potere, adesso si preparano a far fruttare fino in fondo il loro peso in tutti i sensi. Il principale superpotere di cui sono dotati è a dir poco strabiliante.
Sono in grado di proliferare in qualsiasi sfumatura di colore politico… anche se poi loro sono verdi – da qui il nome scientifico verdinus impunitus militantes
e tengono molto a questo loro colore originario, portato in dote dal loro capostipite…
il temibile e onnipotente Verdinus toscanus ex berlusconianum.
Li vedrete saltellare felici e senza posa da un partito all’altro… sempre in cerca del giusto tornaconto. D’altra parte se lo meritano, dopo tanto operare per i loro comodi e senza nessuna reale opposizione indignata del popolo – ben più ampio della loro stirpe – che abita il Paese dei Balocchi…
altrimenti chiamato italia o Paese degli Allocchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

il partito dei verdini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.