“Il contratto” – di Francesco Picca

Non trovo facilmente qualcosa di piacevole da leggere. Ho pensato di scrivere. Mi piace ciò che scrivo: il mio piacere riempie la stanza. Nemmeno un naturale senso critico e il mio scetticismo sfrenato riescono a superare quel piacere morbido e rarefatto. Amo quella sensazione. Amo galleggiare in essa. Continuo a scrivere e a compiacermi di ciò che scrivo. Al mio piacere si aggiunge quello di qualche amico. Continua, mi dicono… e la mia stanza scoppia. Non so quasi cosa farne di tutto questo piacere. Allora ho pensato di trasformarlo in coraggio: coraggio di tentare, di sbagliare forse. Ho cominciato a nutrirmi di delusioni per non soccombere a quella più grande. Che però non è arrivata. L’attesa ha consumato solo pochi minuti, meno di quanti ne ho trascorsi alla fermata del tram. Mi sono accomodato in una saletta ferma agli anni 70.
Legno. Stoffe. Disegni. L’aria è consumata. “Sigarette” ho pensato. Sigarette bruciate vibrando tra le dita annerite di qualche intellettuale. È stato semplice trovare un accordo economico. L’intellettuale, voce autorevole e sfibrata, ha fatto leva sulla mia fretta di propormi al suo mondo di intellettuali fumatori.
“No grazie, non fumo”, gli ho detto. Mi ha guardato con diffidenza, sbirciando al di sopra della montatura sottile in punta di naso. Ha spostato il fetido posacenere e mi ha sottoposto il contratto. Camminando attorno allo stabile ho pensato e ripensato al piacere tutto profumato che mi ha colto mentre restituivo quel contratto in bianco. Al terzo giro ho finalmente impattato la fermata del tram. Confuso. Stordito. Immobile nell’ombra della tettoia. Così banalmente felice per il mio folle rifiuto degno di un apprendista scrittore non fumatore.

Tratto da: “Chiave 21” di Francesco Picca  (Pufa Editore 2015).
Tutti i diritti riservati©.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: