HAPSHASH & COLOURED COAT – WESTERN FLIER

Gli Hapshash & The Coloured Coat sono una delle Band più bizzarre e originali della scena psichedelica anglosassone, che in un certo senso anticiparono lo stile ferocemente “free-form” dei primi Amon Duul (quelli politicizzati della prima incarnazione). Il gruppo era formato da due grafici, Michael English e Nigel Weymouth, a cui si aggiunse il produttore Guy Stevens, che lavorò in seguito con grossi nomi della scena rock come Mott The Hoople, Spooky Tooth, Free, Clash (produsse “London Calling”) e che morì alcolizzato nel 1981. Il team grafico degli Hapshash & The Coloured Coat firmò dei bellissimi poster e manifesti, in perfetto stile psichedelico, per gente del calibro di Pink Floyd, Arthur Brown, Soft Machine e Incredibile String Band. Si trattava quindi di una band formata da artisti disegnatori, non da dei veri musicisti.
“Western Flier” (Liberty 1969), è il secondo album degli Hapshash, e merita assolutamente un ascolto… continua a leggere nel link

http://magar57.altervista.org/hapshash-coloured-coat-western-flier/

1-1015x1024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *