Gloria Trapani: “Life Is There And Everywhere” (2018) – di Maurizio Garatti

A distanza di ben cinque anni dal precedente “Rough Diamond” che fu l’esordio discografico della Compositrice di Gaeta, ecco arrivare questo brillante “Life Is There And Everywhere”, che rappresenta un ulteriore passo in avanti lungo la strada intrapresa a suo tempo. E’ la stessa Gloria Trapani a specificare che questo periodo è stato necessario per “cementare” le interconnessioni tra i vari musicisti che a tutti gli effetti compongono la sua Band, e per sviluppare in tutta la sua vitalità il raffinato songwriting che la contraddistingue. Il delicato connubio tra canzone d’autore e un Jazz elegante e sofisticato, trova qui la sua logica evoluzione: la voce di Gloria si amalgama perfettamente alla leggera cascata di note che caratterizza ogni singolo brano di questo intimo e parco discorso sonoro. La scrittura dell’Artista è chiara e limpida, perfettamente in linea con quello che ci si poteva aspettare da una Autrice che dimostra di sapersi muovere con elegante discrezione in un mondo fatto di luci soffuse: strumentazione di alto livello, usata con parsimonia e in grado di supportare al meglio le sottili trame melodiche che emergono prepotentemente dai solchi dell’Album. Le dieci tracce che compongono questo affresco, tratteggiano un momento di quiete nel caotico presente musicale, che risulta assai gradevole grazie all’incedere quasi unplugged che caratterizza l’intero disco. Come gocce sonore che raggiungono le nostre orecchie, i brani raccontano la storia di una ricerca musicale accurata e concepita con sentimento: tra archi e fiati, l’Artista compone lucidi ritratti sonori di indubbio valore. E’ sufficiente l’ascolto dell’iniziale Winter Song, per entrare in contatto con le sinergie create da Gloria Trapani: il delicato arpeggio di chitarra acustica unito al ritmo pulsante del basso e alle liquide note del pianoforte, costituiscono il perfetto supporto sul quale si ancora il suadente cantato. Accanto alla cifra stilistica di notevole pregio, è piacevole scoprire la verve ritmica che pervade l’intero disco. Gloria Trapani dimostra di essere un’Artista dal respiro ampio, internazionale e, canzoni come la perfetta She Walks, dimostrano che l’intento è stato raggiunto: la forma canzone trova la perfezione attraverso l’equilibrio tra le parti dei fiati e quelle degli archi: un brano che meriterebbe di essere preso ad esempio da tutti coloro che aspirano alla completa fusione di tutti gli elementi presenti in una canzone. Anche la notevole Home, con il suo intermezzo di basso e batteria, ai quali si affianca poi il piano è davvero degna di nota… ma è l’ascolto dell’intero disco a risultare assai piacevole, con le sofisticate parti vocali che paiono celarsi dietro le linee musicali per poi emergere in modo inequivocabile. Volendo trovare un aggettivo che racchiuda in se tutto ciò che ci cattura con l’ascolto di questo lavoro, diremmo che “equilibrio” è la parola che fa al caso nostro. Lo stesso che ritroviamo nelle note della conclusiva Go ‘Way, perfetto finale di un Album che ci permettiamo di consigliare a tutti coloro che amano la raffinata eleganza musicale che si fa Jazz. Bentornata Gloria, e grazie per questo graditissimo regalo.

1. Winter Song2. Beautiful Soul3. Butterfly4. Where Is The Love5. She Walks.
6. Danza7. Lullaby8. Please My Lord9. Home10. Go ‘way.

Gloria Trapani: Voce, Pianoforte, Chitarra Acustica. Daniel Myskiev: Violino. 
Teresa Iannilli: Viola. Donato Cedrone: Violoncello. Davide Di Pasquale: Tromba, Trombone. 
Luigi Di Chiappari: Pianoforte, Piano Elettrico, Hammond Organ, Chitarre, Shaker. 
Alessandro Del Signore: Archi, Pianoforte, Contrabbasso, Basso. 
Mattia Di Cretico: Batteria, Percussioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *