Di Mamme ce n’è una sola – Francesco Guccini

Devo confessare, poi che… ho avuto anch’io, veramente,
un periodo in cui… da… da bello di balera, cioè, non ero molto bello, in
realtà… no, allora, mi ricordo con… con agghiacciante terrore che circolavo
con una giacca di jersey blu con dei risvoltini azzurri, qui, filettati,
occhiale nero e cravatta rossa con i titoli dei giornali in cima, che è una
cosa… Giuro. Giuro, ho fatto anche questo, ho fatto anche questo. Ero molto
giovane, però, e… no, da questo periodo però viene tutta la mia conoscenza di
canzoni di… direi, d’epoca. E anch’io ho concepito un certo periodo in cui ho
scritto canzoni di questo genere. È stata una specie di crisi, no? E una di
queste è una canzone che… così, direi, risolve un annoso problema, cioè quello
che riguarda la mamma.

Come una capinera, sono in terra straniera
ma quando penso al mio cielo e al mio casolare
mi par di morir.
Or che la mamma e’ lontana, la mia chitarra romana,
la pizza napoletana, l’azzurra marina, ahimè, più non ho,
e allor come in sogno venuta, la bianca testina canuta
mi porta al mio vecchio quartiere, tra i glicini in fiore
e mi canta così.

Refrain:

Di mamme, ce n’è una sola, ma caro figliolo, di babbo uno solo non sempre ce n’è!
La mamma sol ti consola, la piccola casa, l’angusta dimora, par quella d’un re.
Figliuolo, ora sei lontano da me: laggiu’ sono ricchi, e di mamme ne han tre;
ma la tua mamma è italiana, e ne val cento da sé.

Seconda strofa, che tira all’erotismo:
Più d’una donna procace ha simulato l’amor
con un suo bacio mendace, promessa fallace di un attimo sol.
Via quell’amor mercenario, vattene femmina ignuda!
Ogni tuo bacio sensuale è un bacio di Giuda al sapor di champagne.
Che cosa cercavo laggiù, fra azzurre e sensuali abat-jours,

c’è tutto!

ritorno al mio vecchio quartiere
tra i glicini in fiore e ti canto così.

Everybody, con sentimento

Le mamme son tutte belle, anche se vecchierelle son come le stelle che brillan nel ciel.
Le mamme son tutte bianche, son curve e stanche; io voglio tornare, mamma, da te.

Se un dì me ne andai non lo voglio far più:
io voglio tornare per sempre laggiù
dalla mia mamma italiana e non lasciarla mai più.

francesco guccini di mamme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.