Chris Agnoletto: “Chris Agnoletto” (2018) – di Gianluca Fregni

Qualunque genere musicale, anche il più estremo quando viene proposto in italiano tende ad assumere delle caratteristiche di “canzone d’autore”, anche se il punto di partenza è quanto di più lontano si possa immaginare da un De Andrè o un De Gregori. Non ci possiamo fare niente, è la natura stessa dell’italiano che porta in questa direzione… un esempio storico di questo è la carriera di Giovanni Lindo Ferretti, atipico sin dagli esordi, e che ha lasciato il segno su moltissimi artisti italiani: non si può approcciare ad un certo genere senza subire in qualche modo la sua influenza. Chris Agnoletto, da Treviso, ha però un suo stile e per fortuna sua non si pone come un clone, anzi, l’intenzione è quella di andare oltre ad un punk/gothic rock con qualche influenza metal. La musica sembra più un pretesto per accompagnare i contenuti del Nostro… da qui nasce il parallelismo con i cantautori, identificabili più per il loro contenuto che per lo stile musicale. Sono Ancora Qui apre il disco, funerea e solenne, una sorta di “My Way” in chiave dark italiana, interpretata con pathos e teatralità; mentre nella successiva Basta Così si cimenta in un quasi-rap contro la società dello spettacolo contemporanea… forse non la cosa che gli riesce meglio dal punto di vista vocale, mentre come scrittura il brano è comunque interessante. Sono invece le ballads, come Canzone Per Un Amico, il punto di forza di Chris Agnoletto (a metà tra i primi Diaframma e qualcosa dei La Crus, soprattutto nella produzione minimale) al servizio della canzone. L’immaginario di Agnoletto è piuttosto oscuro, decisamente dark come il look che sfoggia nella copertina… perfetto per canzoni come Filastrocca Nera: una sorta di saltarello occulto, tra Vinicio Capossela e Flavio Giurato, dove la voce non impostata graffia e lascia il segno, così come le parole. Come Siamo Bravi è un brano quasi funk, in cui il cantante veneto si esprime senza giri di parole, esplicito e diretto, ancora una volta critico verso il mondo di oggi… e poi c’è spazio anche per una storia d’amore, drammatica e fuori dagli schemi… Carlo e Sara. Un debutto che lascia presagire diverse cose interessanti, forse una scaletta con meno brani avrebbe reso il disco più fruibile, perché non tutte le canzoni sono allo stesso livello. Lo aspettiamo a una seconda prova, con un piccolo consiglio, quello di cercare la strada più semplice e di valorizzare sempre prima il testo, più cantautore e meno cantante.

Chris Agnoletto: “Chris Agnoletto” (InLoopMusic – CD)

Tracklist: 1, Sono Ancora Qui / 2. Basta Così / 3. Canzone Per Un Amico /
4. Filastrocca Nera / 5. Come Siamo Bravi / 6. Carlo E Sara / 7. Allo Specchio /
8. Il Mondo È Morto / 9. Poesia / 10. Sopravvivere Controvento /
11. Parola D’Ordine: Uccidere! / 12. Sei / 13. Your Life Is In Your Hands

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *