CHET BAKER Sings and Plays – “LET’S GET LOST” 1989 a Film by BRUCE WEBER – di Mr. Hyde

Si tratta  della soundtrack del film-documentario su Chet  Baker girato fra l’America e l’Europa.
Che poi diventa un racconto nostalgico, fatto di episodi e frammenti che si susseguono attraverso una  serie di interviste con amici, familiari, colleghi e amanti, intervallati da film privati girati durante la sua vita e da alcuni video delle sue ultime esibizioni in pubblico. Splendido bianco e nero: è difficile prescindere dalle immagini parlando della colonna sonora e viceversa…
ed è naturale pensare al suo mito  leggendo le parole della canzone che ha dato il titolo al film:

Let’s get lost, Lost in each other’s arms
Let’s get lost,Let them send out alarms
And though they’ll think us rather rude
Let’s tell the world we’re in that crazy mood (..)

Perdiamoci, l’uno nelle braccia dell’altro
Perdiamoci, lasciate che lancino allarmi
E anche se penseranno di noi in modo piuttosto scortese
Diremo al mondo che  siamo dentro un folle stato d’animo (..)

La scene iniziali sono un prologo perfetto al racconto della vita di questo straordinario musicista.
Il contrasto fra la sua vitalità e la sua bellezza da giovane e le sue condizioni nella scena girata dentro una macchina in viaggio… seduto fra due giovani donne, mentre luci e ombre giocano sul suo volto stanco, sul suo torpore, la sua infantile leggerezza… sulle note della struggente Moon & Sand.
Chet ebbe un periodo di grande successo verso la fine degli anni ’50 e gli inizi dei ’60 e in questo periodo soggiorno anche in Italia ed in particolare a Milano dove nel 1959 registrò una serie di brani cui collaborarono musicisti italiani come Renato Sellani, Franco Cerri, Gianni Basso.
Anche lui cadde nella trappola dell’eroina, fu arrestato, rinchiuso in prigione, per ritornare in ‘forma’ negli anni ’80 dopo un lungo periodo di disintossicazione… di nuovo in Italia dove tra gli altri incontrò Massimo UrbaniNicola Stilo che partecipò all’incisione di questo Album.
Herbie Hancock dice di lui: Ho ascoltato Chet per la prima volta sulle registrazioni degli anni ’50, quando ho iniziato a suonare jazz. Mi ha subito colpito il suo calore, il suo lirismo e delicato senso melodico. Il suo stile era considerato di ‘scuola cool’, un luogo condiviso con Miles Davis. In realtà, Chet era considerato una minaccia vitale al trono Miles Davis.”
Il vinile fu pubblicato nel 1989 per la RCA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Side A

  1. Moon & sand (motivo di raggio di luna) – written by: Maffei & Baker
  2. Imagination – written by: Johnny Burke and Jimmy Van Heusen
  3. You’re My Thrill – written by: Sidney Clare and Jay Gorney
  4. Every Time We Say Goodbye – written by: Cole Porter
  5. Daydream – written by: Duke Ellington, Billy Strayhorn and John Latouche

Side B

  1. Zingaro a/k/a Portrait in Black & White – written by: Antonio Carlos Jobim
  2. Blame it on my youth – written by: Edward Heyman and Oscar Levant
  3. My One And Only Love – written by: Robert Mellin and Guy Wood
  4. Almost Blue – written by: Elvis Costello

Musicians : Chet Baker – vocal & trumpet. Frank Strazzeri – piano. John Leftwich – bass.
Ralph Penland – drums & percussion. Nicola Stilo – guitar &  flute.

chet lost ubaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.