Cesare Basile – A tutte ho chiesto meraviglia

E a tutte ho chiesto meraviglia
come a uno scrigno antico
come a un indugio dolce
prima della ferita

mischiando rabbia e avvento

A tutto ho chiesto meraviglia
ad ogni passo e cenno
nelle bottiglie fatte a pezzi
al tino della pressa
gambe di rabbia e avvento

Alle sconfitte di mio padre
a ognuno dei suoi libri
ho chiesto a tutte meraviglia
con le mie mani vuote
dita di rabbia e avvento

E a tutto ho chiesto meraviglia
fradicio all’osso e in lacrime
al Reverendo e al suo
bull terrier
ai tuoi occhi marrone
pozzo di rabbia e avvento

basile 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.